Capitolo3 – Introduzione ai primi 4 virus verdi (2)

2) V.A.V.31 (Virus, tipologia di vincolo Autostima, codice Verde) il suo antivirus è non regalare per comprarti il cliente (Protagonista):

Questo virus ha a che fare con l’autostima. Una delle chiavi della persuasione è quella di fare un piccolo presente affinché la persona si senta in dovere di comprare qualcosa. Questa è una strategia che è molto in voga soprattutto nei supermercati.

Hai mai notato che a volte nei supermercati c’è una bella hostess che ti offre una fetta di prosciutto, o un pezzo di formaggio, o un omaggio o un coupon sconto per?

Questa è una tecnica di persuasione all’acquisto, tra l’altro, molto potente. Ciò che ti spiegherò ora non ha a che fare con questa tecnica. La differenza è molto sottile, ma altrettanto grande ed importante e sta nel desiderio di vendere qualcosa ad un amico, ma allo stesso tempo non far comprendere ad esso la tua intenzione.

Oltre a ciò è come dire “siccome io penso di non valere abbastanza per meritare il fatto che tu compri qualcosa da me, allora te lo regalo e spero che la prossima volta lo compri pagandomelo”.

Ti risuona?

Questo accade anche a chi non crede, non solo in se stesso, ma nemmeno nel prodotto che vende, allora preferisce regalarlo per declinare le sue responsabilità qualora il prodotto non piacesse o fosse di scarsa qualità.

Conosco persone che comprano e regalano kit di inizio attività agli amici pur di vedere crescere la propria rete di vendita, peccato che questo metodo non funzioni.

In questo modo la tua rete, non solo non crescerà ma addirittura, le persone che hai iscritto senza la loro volontà, ti eviteranno come la peste.

È questo che vuoi?

Non penso. L’universo mette sempre tutto in equilibrio sia che tu sia sbilanciato nel dare, sia che tu lo sia nell’avere.

Cosa sto cercando di farti comprendere? che quando desideri fortemente collaborare con una persona, diglielo spassionatamente, quando desideri porre un prodotto ad un amico che tu pensi possa averne bisogno, non regalarglielo bensì occupati del suo reale PERCHÈ e del fatto che ciò che stai facendo è per lui, e se questo messaggio passa, allora vedrai che la persona sarà la prima a dirti sinceramente SI o NO.

Ricordati che un sincero NO è sempre un NO per ora, ma un SI è un si autentico e tu non avrai bisogno di creati un debito con l’universo per regalare il tuo prodotto, che hai pagato con denaro; denaro che hai fatto con lavoro, quindi tempo, quindi vita.

Riassumendo: non regalare la tua vita, perché la vita è un dono meraviglioso per la tua evoluzione. L’esempio fatto è a carattere lavorativo ma questa dinamica avviene a tutti i livelli anche nella vita privata.

CONTINUA A LEGGERE »